fbpx

Articoli dal blog

Quindi, come già detto nell’articolo precedente, dopo aver abbandonato l’idea di soffrire e rinunciare, dopo aver mangiato e bevuto, dopo aver mandato totalmente in tilt il nostro ritmo fisiologico sia del sonno che dell’orario dei pasti, durante le settimane di abbuffate tra Natale e Capodanno, che spesso cominciano molto prima con aperitivi e cene di auguri, siamo ovviamente ingrassate. L’importante, tuttavia, è ripristinare presto le abitudini alimentari sane e la regolarità dello stile di vita. L’inizio del nuovo anno può essere un buon momento per mettere in atto un programma depurativo che aiuti a sgonfiarsi un po’, eliminare tossine…

Share.

…Impostare un timer mentale di circa dieci minuti prima di lasciarsi andare alle voglie improvvise è un passo fondamentale, considerando che la maggior parte degli “attacchi di fame” dura all’incirca dai 5 ai 20 minuti. Se si supera questo lasso di tempo, si può riuscire a gestire in modo più facile il desiderio di cibo. Facendo il conto alla rovescia dei minuti impegnandosi in altre attività, finché la voglia di cibo non scompare potrebbe essere un valido rimedio, in questo modo si riesce anche a comprendere che quel raptus è davvero temporaneo e che è possibile gestirlo meglio. …

Share.

Si può non ingrassare a Natale? Nessuna risposta sarà soddisfacente a questa domanda… Perché togliersi il piacere delle lasagne della nonna, perché rosicare davanti al buffet di antipasti prendendo solo verdurine o sottaceti, lasciando sul tagliere il salame e tutti gli innumerevoli salumi e formaggi. Si sa quanto è difficile davanti a tutte quelle tentazioni pensare a restare in forma, pensare al dopo, quando tutte le feste saranno finite, e alla fatica che si dovrà fare per richiudere quei jeans. Tra tutti i pranzi in famiglia e cenoni in compagnia, il periodo delle feste natalizie è ricco di…

Share.
1 2 3 5