fbpx

Blog Floud

floud food network

Il “miracolo” delle diete Low-carb

 

“Perdi peso in una settimana” “perdi peso in 3 giorni” “le diete miracolose” “se non mangi carboidrati perdi peso” “i carboidrati fanno ingrassare” “se vuoi dimagrire non mangiare pane e pasta”

 

Queste sono solo alcune delle tante affermazioni che ogni giorno sentiamo. Chi non si è mai lasciato tentare da una dieta che prometteva “successi” in tempi brevissimi, di solito riducendo drasticamente il consumo di carboidrati?

Eliminare totalmente i carboidrati dalla dieta, però, potrebbe essere una scelta errata, con ripercussioni sulla nostra salute a lungo termine, come ha dimostrato un recente studio pubblicato su The Lancet Public Health.

Diete povere di carboidrati, che limitano questi nutrienti dalla dieta a favore di un maggiore apporto di proteine ​​o grassi, o entrambi, sono una strategia di perdita di peso molto diffusa. Secondo i dati raccolti, infatti, un consumo moderato sarebbe associato a una maggiore aspettativa di vita: del resto, verdura, cereali e derivati sono alla base di alcune delle alimentazioni ritenute più salutari nel mondo.

Cosa è emerso dalla ricerca e come si è arrivati alla tesi secondo cui si è meno longevi senza i carboidrati?

Sia l’alta che la bassa percentuale di diete a base di carboidrati sono state classificate come errate, una corretta alimentazione prevede un consumo equilibrato di tutti i nutrienti necessari, dai grassi alle proteine sia animali che vegetali come verdure e legumi.

Le diete a basso contenuto di carboidrati sono state in voga per un periodo significativo e ancora oggi alcuni regimi alimentari di gran moda escludono pasta e pane o ne limita fortemente il consumo.

Se è vero che le diete a basso contenuto di carboidrati sono una maniera veloce di perdere chili, è altrettanto condiviso che si tratta di regimi da adottare per brevi periodi.  Inoltre, l’impatto sulla longevità e sulla qualità della vita sembrerebbe non dipendere tanto dalla presenza o dall’assenza di carboidrati, ma soprattutto dalla tipologia di alimento con la quale vengono sostituiti il pane, la pasta, le patate e le altre fonti di carboidrati.

Infatti, incrementare il consumo di frutta e verdura ha effetti positivi sulla salute rispetto alla sostituzione dei carboidrati con proteine e grassi di origine animale: il problema prevalente di alcune diete, come ad esempio la Dukan, è che introducono troppe proteine animali, mentre tutti gli studi hanno ampiamente dimostrato che mangiare troppa carne, soprattutto rossa, fa male, bisogna variare la propria alimentazione.

Quindi il consiglio migliore è quello di seguire un’alimentazione completa e varia, che comprenda i giusti apporti nitritivi di carboidrati, grassi, proteine e tutto ciò che serve al nostro corpo.

Lascia un commento