fbpx

Blog Floud

floud food network

Crisi “abbuffate” post-feste!! part.2

…Impostare un timer mentale di circa dieci minuti prima di lasciarsi andare alle voglie improvvise è un passo fondamentale, considerando che la maggior parte degli “attacchi di fame” dura all’incirca dai 5 ai 20 minuti. Se si supera questo lasso di tempo, si può riuscire a gestire in modo più facile il desiderio di cibo.

 

Facendo il conto alla rovescia dei minuti impegnandosi in altre attività, finché la voglia di cibo non scompare potrebbe essere un valido rimedio, in questo modo si riesce anche a comprendere che quel raptus è davvero temporaneo e che è possibile gestirlo meglio.

 

Il passo più importante da fare è quello di non saltare i pasti: facendolo si rischia di entrare in modalità “fame estrema” e così non si perde più peso. Quando si è a dieta, il metabolismo rallenta, inutile quindi cercare di non mangiare. Mangiare poco e più spesso aiuta senz’altro a restringere gli spazi in cui la fame può sopraggiungere, ma bisogna stare attenti, perché l’idea di mangiare più volte al giorno, porta a introdurre più calorie sabotando la dieta.

 

I giorni subito dopo le grandi abbuffate, riprendete in mano il vostro regime alimentare e cancellate alcolici, grassi e dolci. Qualche giorno di dieta detox, aiuta a eliminare tossine e a depurare l’organismo. Pertanto, lo sapete già, cosa mettere nella lista della spesa: frutta, verdura, legumi, cereali integrali, oli e semi oleosi. Senza dimenticare il té e le tisane ad azione diuretica.

 

Un’altra regola che può stringere i tempi del dimagrimento è quella di evitare i carboidrati dalle 16 in poi. Quindi, sì a pane e pasta, con moderazione si intende, a colazione e pranzo, ma la sera solo proteine e vegetali. Anche il sale andrebbe eliminato almeno per due giorni completamente: depurato dal sodio in eccesso, il corpo reagisce smaltendo i ristagni e bruciando l’adipe molle, il più difficile da eliminare.

 

E naturalmente, la più banale delle accortezze ma che tutti dimenticano: un po’ di attività fisica.

 

Muoversi di più è fondamentale, tutte queste accortezze se non vengono associare ad attività fisica sono inutili: quindi riprendere subito la palestra, passeggiare di più, usare di più le scale, parcheggiare l’auto più lontano, prendersi il tempo per una nuotata, una passeggiata o una gita domenicale all’aria aperta.

 

Nel prossimo articolo vedremo dei consigli più dettagliati…

Lascia un commento